XX XVIII XIX vv v v XVII C i siamo! La formazione  mul- tietnica, multireligiosa e l’inte- grazione  sociale  stanno  per  avere  il suggello  istituzionale.  Nella  nostra città, per la prima volta in Italia, gli immigrati si accingono – nel prossi- mo mese – ad eleggere i propri rap- presentanti: quattro in seno al Consi- glio  Comunale    del  Campidoglio  e uno per ciascun Municipio. Saranno consiglieri aggiunti e potranno espri- mere voto consultivo e non delibera- tivo. Gli immigrati godono di un par- ticolare  stato  giuridico  definito  di “cittadinanza   civile”   che   prevede diritti e doveri di natura economica e sociale.  Pertanto  la  loro  iscrizione nelle liste elettorali non è  automatica come  per  i  cittadini  italiani    ma  è condizionata al permesso di soggior- no  e  alla  residenza. Altri  particolari (pareri, dati ecc)  si possono appren- dere  dalla  lettura  delle  due  pagine dedicate  ai    Municipi  XVII  e  XIX; qui ci preme soprattutto sottolineare l’importanza  dell’avvenimento  che ha radici lontane, molto lontane. Già,  sul  finire  degli  anni  ’70  si diceva che anche in Italia si sarebbe formata  una società multirazziale. I primi dibattiti sull’argomento comin- ciavano    a  polarizzare  l’attenzione della gente. Sono non pochi i fattori che determinano l’incontro tra diversi e,  tra  questi,  fondamentali  sono  le Vieni a scoprirla da SereniMotors Concessionaria ufficiale Chrysler Jeep APROPOSITO DELVOTO AGLI  IMMIGRATI www.igeanews.it PERIODICO  DI  INFORMAZIONE E  CULTURA  DEI QUARTIERI Trionfale, Balduina, Prati, Della Vittoria • www.igeanews.it Anno V - n. 1 - Gennaio-Febbraio 2004 DISTRIBUZIONE GRATUITA  •  Gennaio-Febbraio 2004 - Anno V - n. 1 XX XVIII XIX vv v v XVII EDITORIALE P iù  volte  abbiamo  dedicato  ampi servizi al problema, molto sentito dai cittadini, dei rischi per la salute fisi- ca  conseguenti  alla  presenza,  nella zona  di  Monte  Mario,  di  antenne  di vario genere e, in particolare, di quelle per la telefonia mobile. Il  nostro  punto  di  vista  è  noto,  è quello  dell’assoluta  priorità  riservata alla protezione della salute dei cittadini dai rischi derivanti dall’installazione di antenne (e altri produttori di radiazioni) nei nostri quartieri. Per cui, in assenza di  indicazioni  di  legge  “tassative”  e condivise  da  tutti,  ci  affidiamo  alla linea assunta a livello di Unione Euro- pea, di perseguire il principio della cau- – Angelo Di Gati – •  Le voci soffocate dai rumori 3 •  Al voto anche uno svizzero 4 •  Favorita la comunità cinese 5 •  Prolunghiamo la linea 999 6 •  Un successo il trasporto privato   7 •  La meteo fatta in casa 8 •  C’è posta per te 11 •  La storia delle nostre strade 12 •  Imparano a tuffarsi con classe    15 •  Il cruciverba 19 IN QUESTO NUMERO LE ANTENNE E LA SALUTE: LE POSIZIONI UFFICIALI – Gustavo Credazzi – G ià nel 1700, a Roma, le autorità senti- vano  l’esigenza  di  invitare  la  cittadi- nanza a  comportarsi  con più senso civico. Le strade  infatti  erano  invase  da  cumuli  di immondizia, quindi era necessario informare che,  chiunque  avesse  trasgredito  le  leggi avrebbe  corso  il  rischio,  non  solo  di  pene pecuniarie, ma anche corporali. Tutti  gli  editti  risalgono  al  Settecento (che non a caso fu l’età dei Lumi) per infor- mare la popolazione delle norme varate per vincere il malcostume ed evitare che le per- sone “facciano mondezzaro”,  “gli assesso- ri” del tempo decisero di tappezzare le stra- de con scritte che esortavano a non trasgre- dire  le  leggi,  a  testimonianza  targhe  di marmo  sono  ancora  presenti  oggi  in  molte strade del centro storico. Sono passati circa 300 anni, ma in alcu- ni casi il malcostume, nonostante la lotta che le  autorità  di  allora  avevano  ingaggiato  e che  quelle  di  oggi  proseguono,  sembra impossibile da sradicare.   La nostra splendi- da  città,  ancora  soffre  di  questo  problema IL RISPETTO DELLE DIVERSITÀ LA METEO FATTA IN CASA PASSANTE: DIFFICOLTÀ PER LA POSTA UNA PROVA TRA IL BUS E L’AUTO continua a pag. 2 continua a pag. 2 In tutti i Municipi c’è stato il “boom” delle iscrizioni alle liste elettorali da parte degli immigrati. Gli eletti, quattro in Campidoglio e uno per ogni Municipio, potranno esprimere un voto consultivo e non deliberativo. continua a pag. 2 Nel ’700 erano previste anche pene corporali DEGRADO: SECOLI DI LOTTA – Maria Gabriella Serra – Roma Via Trionfale, 7142 - Tel. 06/3054777 • Via Aurelia, 670 a/f - Tel. 06/66541818 ®